Beacons: cosa sono e come possono cambiare le nostre abitudini

top_articoli_negozio_futuro.jpg

Immaginate di passare davanti un negozio di abbigliamento e di ricevere un messaggio dal manichino che avete appena visto in vetrina.
Sembra fantascienza ma è tutto vero.
Nel Regno Unito già in diversi negozi, come House of Fraser’s, Hawes & Curtis e Bentalls, stanno sperimentando dei manichini “intelligenti”  che sono in grado di mandare informazioni sui capi che indossano direttamente sullo smartphone dei potenziali clienti  che si trovano a passare all’esterno dello store, a patto che abbiano scaricato un app.

Tutto questo è possibile grazie ad una tecnologia chiamata Beacon: piccoli  trasmettitori radio a bassa potenza che sfruttano la tecnologia Bluetooth per monitorare la presenza di dispositivi mobili e, quando possibile, dialogare con essi.

I beacon installati all’ interno dei manichini permettono di fornire ai clienti informazioni sui prodotti, i prezzi, la disponibilità e perfino la loro localizzazione all’interno dello store.

Proviamo a immaginare le infinite applicazioni dei beacon nei punti vendita, nei musei  o su mezzi di trasporto come bus o taxi.

I beacon negli Stati Uniti sono già molto popolari. Sono stati utilizzati, per esempio, nella promozione del film dei “Minions”;  i dispositivi, inseriti nei cartelloni pubblicitari del film affissi sui mezzi pubblici, si connettevano ai cellulari di chi si trovava sul bus per mostrare il trailer. E nei musei a cosa servono?

Possiamo considerarli delle  “guide hi-tech” che, attraverso il cellulare, raccontano la storia delle opere, il contesto socio-culturale nel quale sono state realizzate e ne spiegano i dettagli tecnici.

In Italia I torinesi di Smart Beacon hanno creato una app in grado di far vivere un esperienza di visita guidata interattiva all‘ interno della Reggia di Venaria, seguendo percorsi tematici, scaricando contenuti speciali e visualizzando il punto in cui ci si trova.

Lo sviluppo di contenuti audio/video e animazioni in 3D legato all’utilizzo dei beacon potrebbe aprirci ulteriori nuovi orizzonti.

I beacon da soli servono a poco, ma usati all’ interno di specifiche strategie di marketing di prossimità stanno rivoluzionando il nostro modo di fare acquisti, prendere i mezzi pubblici e fruire di eventi culturali, riducendo sempre di più la distanza tra mondo fisico e virtuale.